Semi di Marijuana Femminilizzati

Compra i migliori semi di marijuana femminilizzati sul mercato, sia per indoor che per outdoor, a un prezzo incredibile!

In Semi Cannabis aggiungiamo continuamente nuove genetiche al nostro catalogo.

Sfruttiamo le nostre riserve di varietà che nel corso del tempo abbiamo conservato sotto forma di semi regolari, per poter sviluppare nuove genetiche e riuscire anche a riprodurle come semi femminilizzati.

Per questo motivo abbiamo incluso il processo di inversione del polline, in modo da ottenere semi femminilizzati.

Otteniamo così piante di marijuana femminilizzate stabili e omogenee, con la massima capacità produttiva.

Ci adattiamo alle tue richieste e alle tue necessità, restando fedeli alle tue modalità di coltivazione, in modo che possa sperimentare la più sublime delle esperienze cannabiche!

Perchè offriamo solo semi di qualità superiore?

La cannabis è una pianta dioica, il che significa che per riprodursi necessita della presenza di una pianta maschio che produce il polline e di una pianta femmina che lo riceve, la quale – una volta fecondata e durante un processo completamente naturale – produrrà il seme.

Se la mano del coltivatore non interviene durante questa fase, i semi ottenuti corrisponderanno alla genetica naturale della pianta di cannabis, ottenendo indistintamente nelle sue discendenze successive sia piante maschio che piante femmina: questi sono quelli conosciuti come semi regolari.

Noi di Semi Cannabis abbiamo le nostre personali riserve genetiche di tutte le varietà di semi provenienti dai migliori cloni, in modo che conservino tutto il loro vigore ibrido!

Come si ottengono i semi femminilizzati?

Per fare in modo che il risultato finale sia avere semi femminilizzati con una percentuale almeno del 99%, dobbiamo intervenire nel processo di ottenimento del polline, promuovendo e selezionando piante maschio tramite l’inversione delle piante femmina.

Per svolgere tale processo in modo corretto, sottoponiamo le piante a metodi naturali di stress, forzando le femmine a sviluppare fiori maschili, in modo da produrre polline con un’alta carica cromosomica femminile, che verrà successivamente trasmesso alle future discendenze, producendo nuovi semi femminilizzati di marijuana.

Nelle fasi di ricerca e sviluppo moderne delle nuove varietà di cannabis, le piante femmina vengono completamente isolate dal polline delle piante maschio: è il processo comunemente noto come coltivazione “senza semi”.

Tutte le piante femmine vengono fatte crescere fino al termine della fioritura, in modo da ottenere il massimo in termini di produttività, effetti psicoattivi, aromi e sapori.

Una volta che analizziamo e individuiamo gli specimen più interessanti, quelli con i livelli più alti di produzione e THC, li isoliamo e li cloniamo. Questi cloni vengono successivamente utilizzati come recettori di polline femminilizzato, per la produzione di semi femminilizzati.

Ecco come creiamo nuovi fantastici ibridi!

La Cannabis Sativa L. (Come da definizione scientifica della nostra “pianta regina”), è una pianta che si è diversificata lungo i secoli in varietà selvatiche e razze pure, dando origine ad un ampio assortimento di tratti caratteristici. Tuttavia, la maggior parte degli incroci vengono ottenuti naturalmente e sono molto preziosi, in quanto introducono nuovi e interessanti tratti caratteristici.

Ricorda che i cannabinoidi sono naturalmente prodotti dalla pianta come modalità naturale di difesa dai raggi ultravioletti!

La diversità nel corso del tempo delle razze pure, dovuta all’espressione di tratti peculiari, si stabilisce differenziando ciascun livello, attraverso le varie sottospecie che tutti conoscono e che sono nello specifico:

  • Cannabis Sativa L. ssp. Sativa.
  • Cannabis Sativa L. ssp. Indica.
  • Cannabis Sativa L. ssp. Ruderalis.

Ad oggi, ci sono ancora opinioni contrastanti fra i coltivatori per quanto riguarda le differenze fra le varie qualità, o quando si parla di stabilire i pro e i contro della coltivazione di semi di marijuana regolari rispetto a quelli femminilizzati: è un tema presente quasi quotidianamente nei commenti che riceviamo dalla maggior parte dei nostri clienti.

Sulla base della nostra esperienza, possiamo affermare che è impossibile (o quasi, visto che alcuni hanno un palato molto fine) capire le differenze fra il raccolto proveniente da una pianta nata a partire da una seme regolare, rispetto a quello di una pianta nata a partire da semi femminilizzati.

Una cosa è certa: abbiamo ottenuto i nostri raccolti utilizzando le stesse madri, stabilizzate utilizzando gli stessi genitori, a loro volta cloni delle stesse madri.

Siamo così riusciti ad ottenere semi femminilizzati stabili, senza nessuna perdita del vigore dato dalle ibridazioni successive, sia per chemiotipo che per fenotipo esterno, riuscendo così a preservare tutte le caratteristiche che – nella pianta – andranno poi a determinare fisionomia, morfologia, densità dei tricomi, quantità di resina su cime e foglie, numero di brattee sulle cime e, ovviamente, anche l’elevata quantità finale del raccolto.

Qual’è il vantaggio principale della coltivazione di semi femminilizzati?

Coltivando semi femminilizzati si perde qualcosa in termini di vigore ibrido e quantità finale di raccolto?

No, non c’è nessuna diminuizione della produzione finale o perdita di vigore ibrido, visto che queste caratteristiche dipenderanno della genetica scelta in partenza per la nostra coltivazione.

Nella banca di semi PEVbank riproduciamo genetiche provenienti da semi regolari, ma in formato femminilizzato, mantenendo completamente i tratti genetici caratteristici delle varietà originarie, che hanno fatto risaltare alcune varietà rispetto ad altre.

Il vantaggio principale di una coltivazione con semi femminilizzati è il poter saltare del tutto la fase di separazione fra piante maschio e piante femmine che si dovrebbe fare con piante nate da semi regolari: vale a dire che non ti devi preoccupare di individuare ed eliminare dalla coltivazione i maschi nelle ultime fasi della crescita, prima della fioritura.

Fai attenzione! Assicurati sempre che le condizioni della tua coltivazione siano ottimali e abbi sempre la massima delicatezza!
Dovrai controllare che nella tua coltivazione non nascano piante maschio, una reazione naturale dovuta principalmente a uno stress subito dalla pianta: eccesso di calore, mancanza di ventilazione, stress luminoso (troppa luce) o idrico (annaffi troppo frequenti).

Tutti questi fattori aumentano moltissimo la possibilità che si sviluppi ermafroditismo nelle piante femmine.

Se nella tua coltivazione a partire da semi femminilizzati nascono piante che sviluppano fiori maschili, la prima cosa da fare è eliminarle immediatamente e controllare con cura la tua pianta fino alla fine della fioritura.

Quali sono le varietà più produttive?

Le più produttive, sempre sulla base della nostra esperienza, sono le varietà Kush o qualsiasi ibrido Skunk con fenotipo a prevalenza indica che non sia troppo “sativo”.
Ad esempio la Northern Light, la Bubblegum o la famosa Tutankhamon. Non possiamo dimenticare inoltre che molti semi femminilizzati della Dinafem sorprendono con i loro altissimi livelli di raccolto finale, come la Moby Dick o la Critical +2.0.

Inoltre, non ci sono grandissime differenze fra semi di marijuana femminilizzati e regolari, nel momento in cui scegliamo un tipo di coltivazione (indoor o outdoor) piuttosto che un altro: tutto dipende dalla genetica di partenza, dai tuoi gusti e da come ti viene meglio coltivare.

Tieni sempre ben presente che il modo in cui coltivi e i prodotti che utilizzi per fertilizzare sono tanto importanti quanto la genetica scelta in partenza.

Quali sono i semi più economici?

Nel negozio online di Semi Cannabis disponiamo di una vasta offerta di genetiche di cannabis: tutti i grandi classici e le varietà leggendarie più richieste, sono in catalogo al miglior prezzo disponibile sul mercato.

Tutte le nostre varietà sono state sviluppate e migliorate dai nostri breeder di fiducia, in modo da ottenere il massimo raccolto possibile.

La Banca di semi PEV vende online una vasta gamma di genetiche leggendarie!

Avrai sempre a disposizione il miglior rapporto qualità-prezzo, sia per i semi regolari che per quelli femminilizzati, e potrai acquistare la tua varietà scegliendo anche fra i seguenti tratti caratteristici:

  • Sapore: Fruttato, dolce, di legni nobili, di fragola, limone, caffé…
  • Effetto: Cerebrale, narcotico, devastante, prolungato, físico, duraturo…
  • Aroma: Terroso, incensato, tostato, piccante…
  • Colore: Porpora, azzurro, dai pistilli arancioni, dai pistilli rosa, dai pistilli lanuginosi…
  • E molto altro ancora…

Goditi un’esperienza unica e irrepetibile, dall’inizio della germinazione fino all’ultimo tiro!